Quando Heidegger nella quarta delle conferenze di Friburgo si addentra nell’essenza dei principi del pensare, cercando di penetrare oltre i confini che essi stessi delimitano nel loro offrirsi come il “ciò a partire da cui” l’ente si determina nella sua “presenza”, ricorre significativamente al detto di Leonardo sopra citato in epigrafe semplificandolo così: «la luce mostra, l’ombra vela». Tutto molto semplice, si dirà senz’altro in proposito, ma si dimenticherebbe che filosoficamente il semplice è il difficile, come già lo stesso Heidegger in più passi della sua opera ci ricorda. Ebbene cosa di più semplice e, allo stesso tempo, più difficile di “ombra” e “luce”? Presenze/assenze che ci accompagnano ineluttabilmente sin dal nostro stesso “venire alla luce”… e di conseguenza “all’ombra” se è vero che il nostro stesso darsi nella nascita è “duplice” per sua stessa natura.

Leggi la rivista

CFP Il Pensare n. 11/2021 - Dostoevskij e la filosofia. 200 anni dalla nascita. Nell’orientamento di pensiero che caratterizza questa rivista sin dalla sua fondazione ci si è sempre tenuti lontano dall’apporre una “e” tra il nome di un pensatore e la parola “filosofia”, preferendo piuttosto lasciar manifestare la presenza del “Pensare” nei filosofi che di volta in volta ne hanno “incarnato” o “figurato” l’essenza. Tutt’altro discorso merita invece Dostoevskij e questo non soltanto perché si tratta di un uomo di lettere, di un grande romanziere e poeta – e quindi di un “non”-filosofo, secondo un certo “intelletto tabellesco” – quanto piuttosto perché la sua scrittura rappresenta una vera e propria “crisi” per l’unità del pensare in quanto tale; nonostante l’opera dostoevskiana sia ineludibilmente in relazione col pensiero filosofico e ne rappresenti un punto di confronto essenziale. Ecco allora che la “e” posta a congiunzione/disgiunzione tra “Dostoevskij” e “filosofia” viene ad assumere il significato di una interrogazione radicale che inevitabilmente scava come un tarlo la coscienza del pensante, dando origine ad una pluralità di percorsi che a partire da questo “rapporto/domanda” possono svilupparsi. Nella varietà di questioni che, a partire da tale interrogazione, possono scaturire si vogliono qui dare solo alcuni spunti essenziali, alcune domande “classiche”, a partire da cui aprire la discussione e la riflessione sul tema..

Scopri di più

Contatti

Per qualsiasi informazione puoi contattarci.

Contattaci

Proposte di lettura